TPL: la Regione lancia monitoraggio sugli effetti del Covid-19 sulle imprese

L’Assessore De Berti convoca i rappresentanti del settore

Qual è l’effetto del Covid-19 sulle aziende di trasporto pubblico locale in Veneto?  Per fare il punto, alcuni giorni fa l’Assessore Regionale ai Trasporti Elisa De Berti, ha convocato una “video-conferenza ristretta” -mediante invito- con le Associazioni di Categoria più rappresentative nel Trasporto Pubblico Locale (tra le quali la Cna Fita che ha partecipato con il Segretario Regionale Sergio Barsacchi).

Scopo dell’incontro il verificare e quantificare omogeneamente il “crollo economico” per le imprese che operano nel trasporto pubblico dei passeggeri. Le analisi prodotte dai presenti  hanno evidenziato una diminuzione degli incassi pari all’ottanta per cento da quando è iniziata la vicenda “coronavirus”, una crescita sostenuta dei costi variabili (ad esempio quelli relativi alle “sanificazioni” dei mezzi), i preventivabili minori incassi futuri (mancato rinnovo degli abbonamenti ai quali si aggiungeranno le richieste di rimborso di quelli già sottoscritti). Di questo e di molto altro si è discusso (messa in “cassa integrazione di buona parte del Personale”) ma per dare elementi certi all’Assessore di reparto ai fini del mantenimento in vita delle imprese interessate, la Regione ha prodotto uno schema (vedasi allegati) da cui desumere l’impatto che ha prodotto la situazione epidemiologica.

Documenti Allegati:

PDFSTAMPA

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Soccorso stradale: l’importanza della professionalità del “carroattrezzi”