Trasporto scolastico, Cna Veneto: «I rinforzi hanno funzionato»

All’indomani (02/02/2021) dalla riapertura delle scuole, Cna Veneto sottolinea come la situazione relativa ai trasporti si sia evoluta in maniera positiva e senza emergenze. Sulla questione dei trasporti di rinforzo all’indomani della riapertura delle scuole Cna Veneto rileva come la situazione si sia evoluta in maniera positiva e senza emergenze per quanto riguarda l’utilizzo dei bus messi a sostegno della rete pubblica, in accordo con quanto affermato dall’Assessore ai trasporti Elisa De Berti, Vice presidente della Regione. Cna Veneto ha sottolineato inoltre come il servizio sia stato correttamente dimensionato rispetto alla domanda, in alcuni casi anche sovradimensionato, e che la situazione dovrà essere monitorata nelle prossime settimane. Anche secondo i primissimi dati di Cna non ci sono stati fenomeni di assembramento, grazie al personale di terra e anche al tempo atmosferico favorevole: «Come primo giorno l’utilizzo dei mezzi di rinforzo è stato vario – ha precisato Massimo Fiorese, Portavoce Regionale Trasporto Persone NCC Bus CNA FITA Veneto. Per alcune linee gli autobus integrativi sono stati riempiti sino al massimo della capienza disponibile rispetto ai posti indicati sulla carta di circolazione, mentre per altre tratte i bus sono stati utilizzati solo parzialmente o in minima parte. Sarà necessario monitorare tutta la settimana per capire l’andamento dei flussi dei trasporti giornalieri verso gli istituti scolastici e tenere conto di molte varianti, tra le quali appunto anche il meteo che molto va ad incidere sulla scelta del mezzo per recarsi a scuola. Da parte nostra tutto l’impegno a calibrare già con i prossimi giorni quali siano le tratte più frequentate così da tarare la disponibilità dei mezzi a disposizione in modo da agevolare gli utenti»

PDFSTAMPA

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Si riparla di “Rentri, erede del Sistri”