Nel Decreto Ristori Bis ricompreso il settore bus turistici

Aumentata di 300 milioni la dotazione del fondo per il trasporto locale


Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri, ha approvato un decreto-legge che introduce ulteriori misure urgenti per fronteggiare le conseguenze dell’epidemia da COVID-19. Il Decreto Legge, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale numero 279 del 9 novembre 2020, interviene con un ulteriore stanziamento di risorse destinato al ristoro delle attività economiche interessate, direttamente o indirettamente, dalle restrizioni.

Contributi a fondo perduto
È previsto un ampliamento delle categorie di attività beneficiarie del contributo a fondo perduto previsto dal decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137 (cd. “Ristori”). Tra questi anche il settore dei bus turistici. La dotazione del Fondo Nazionale per il trasporto pubblico locale è incrementata di 300 milioni di euro per il 2021, 100 dei quali possono essere utilizzati anche per servizi aggiuntivi destinati anche agli studenti.

PDFSTAMPA

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Contributo a fondo perduto
Decreto Ristori, la mini guida di CNA Veneto per i beneficiari