EBAV, erogati i primi contributi per sospensioni FSBA

Quasi 1.000 bonifici per 345mila euro ad altrettanti lavoratori.

In questo momento di estrema difficoltà, uno degli obiettivi principali del Paese è quello di trasformare in fatti concreti il prima possibile le tante opportunità e possibilità attivate per fronteggiare la crisi economica di imprese e famiglie dovute al lockdown. E’ il caso nello specifico del sostegno al reddito FSBA – COVID-19 attivato dal mondo dell’artigianato per i propri dipendenti che, qui in Veneto, viene gestito direttamente da EBAV, senza passare quindi per strutture nazionali o anticipi bancari.

Da ieri, l’EBAV– Ente Bilaterali Artigianato Veneto – costituito da Confartigianato Imprese Veneto – Cna Veneto – Casartigiani Veneto e da CGIL CISL e UIL Veneto, ha iniziato ad erogare i primi contributi Fsba (Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato – ammortizzatore sociale per il comparto dell’Artigianato) ai lavoratori delle imprese dell’Artigianato veneto (escluse quelle edili) sospesi dal lavoro a causa dell’emergenza Covid-19.

Sono già stati erogati 936 bonifici (per altrettanti lavoratori) per un importo totale di 345.000 € netti. Il sistema messo in piedi si impegna a elaborare il prima possibile le 15mila domande di competenza regionale protocollate via Sinaweb, la piattaforma nazionale di Fsba, che coinvolgono circa 67mila500 lavoratori. Purtroppo le domande potrebbero essere anche di più se non sono ancora registrate nel sistema informatico.

Dall’inizio del 2020 Ebav ha inoltre erogato a titolo di “Fsba assegno ordinario” (sempre a favore dei lavoratori artigiani sospesi dal lavoro) oltre 300.000 € netti per oltre 1.300 bonifici.

“L’erogazione tempestiva dei trattamenti Fsba – Ebav – rileva il presidente dell’Ente Rinaldo Pellizzari – è il risultato di un lavoro che il mondo dell’artigianato Veneto ha messo in capo da subito con l’obiettivo di mettere in sicurezza il patrimonio più grande di ogni impresa, i propri collaboratori. La piccola impresa ed i suoi dipendenti stanno affrontando una crisi senza precedenti e del tutta sconosciuta. Con orgoglio posso affermare che, grazie a noi, decine di migliaia di famiglie venete avranno il sostegno al reddito molto prima di qualsiasi altro Ente erogatore. A tal proposito mi appello alle imprese e ai consulenti affinché procedano quanto prima alla rendicontazione delle assenze in modo da permetterci di essere ancora più tempestivi nelle erogazioni”.

“Una nota di plauso alla struttura Ebav -conclude Pellizzari- che pur con le difficoltà operative dettate dalle restrizioni Covid-19 ha saputo mantenere un livello ottimo di funzionalità per dare risposte alle esigenze delle aziende artigiane ed ai loro collaboratori”.

Il Vice Presidente EBAV Renzo Pellizzon fa notare che “nonostante l’emergenza Ebav nel corso del 2020 ha erogato a titolo di altri interventi sempre a favore dei lavoratori e aziende artigiane oltre 6 milioni di € per oltre 16.000 bonifici. Un ringraziamento va fatto anche a tutti gli operatori degli Sportelli Ebav provinciali/territoriali per il lavoro svolto”.

PDFSTAMPA

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Coronavirus: nuove disposizioni per l’autotrasportatore che transita ma non sosta nella zona rossa