Dpcm 3 novembre , le misure in vigore fino al 3 dicembre

Le misure valide per tutti e i provvedimenti per le tre aree in vigore da venerdì 6 novembre

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ha firmato un nuovo Dpcm per il contenimento dell’epidemia da coronavirus. Le misure che partiranno da venerdì 6 novembre resteranno in vigore fino al 3 dicembre 2020.

Misure generali

Il Dpcm stabilisce delle misure valide per tutti:

  • Coprifuoco dalle 22 alle 5 del mattino. Gli spostamenti saranno possibili solo per lavoro, salute ed urgenze
  • Sospesi musei e mostre
  • Centri commerciali chiusi nel weekend . Restano aperti i negozi di alimentari, le farmacie, le edicole e i tabacchi
  • Capienza dei mezzi di trasporto al 50%
  • Didattica a distanza al 100% per le scuole superiori
  • Sospesi i concorsi, ad esclusione di quelli per il personale sanitario
  • Sospesa l’attività di bingo, sale gioco, sale scommesse e casinò

La classificazione delle Regioni: tre aree di rischio

Il Dpcm classifica le regioni in tre aree di rischio: gialla, arancione e rossa

Area gialla – Per le Regioni in fascia gialla sono previste tutte le misure generali sopra elencate. Inoltre per le attività di ristorazione è confermata la finestra dalle 5 alle 18 e l’asporto fino alle 22. Sempre ammessa la consegna a domicilio.

Area arancione – Per queste regioni alle misure della fascia gialla si aggiungono:

  • Vietato lo spostamento in regioni e comuni diversi da quello di residenza, salvo per comprovati motivi di necessità (lavoro, salute e situazione di necessità).
  • Sospese le attività di pub, bar, ristoranti e gelaterie, pasticceria. Resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio e l’asporto fino alle 22.

Area rossa – Oltre alle misure previste per la fascia gialla si aggiungono:

  • Vietato lo spostamento in regioni e comuni diversi da quello di residenza, salvo per comprovati motivi di necessità (lavoro, salute e situazione di necessità).
  • Sospese le attività commerciali al dettaglio ad accezione di attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità
  • Sospesa l’attività dei centri estetici
  • Chiusi i mercati, salvo l’attività diretta alla vendita di soli generi alimentari
  • Aperti edicole, tabaccai, farmacie e parafarmacie
  • Chiusura di bar, ristoranti, gelaterie, pasticcerie tutto il giorno, compreso il weekend. Resta consentita la ristorazione con consegna a domicilio e l’asporto fino alle 22.
  •  Didattica a distanza al 100% anche per 2° e 3° media
  • Sospesa l’attività sportiva anche nei centri all’aperto
  • E’ consentito svolgere attività sportiva all’aperto in forma individuale

PDFSTAMPA

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Nuove imprese: in 10 anni il tasso di sopravvivenza cala del 12%