CNA Veneto: «Bene che la bilateralitá sia di supporto alle imprese nel sistema di welfare»

In arrivo 60mila bonifici FSBA ai lavoratori versanti EBAV. Quasi 340 milioni di euro erogati dall’ente Bilaterale a sostegno delle imprese

Le prospettive sono buone, sono in arrivo i supporti alle imprese, ossigeno in questo momento; secondo quanto riportato da EBAV– Ente Bilaterale Artigianato Veneto – lunedì 31 maggio partiranno i 60mila singoli bonifici relativi alle risorse finanziarie FSBA pari a 337,5 milioni di euro, per i lavoratori in sospensione FSBA tra gennaio e aprile 2021 (Dati EBAV). Un intervento massiccio e tempestivo che va a sostenere ancora una volta i lavoratori e le imprese artigiane.

In Veneto, secondo i dati EBAV, al 2020 sono 35.273 le imprese artigiane e  157.128 i lavoratori dipendenti versanti. Rispetto ai dati 2019 – 34.777 imprese e 156.322 lavoratori – si evince come vi sia stata una sostanziale tenuta dell’impianto dell’artigianato. Se è vero che alcuni settori sono stati particolarmente colpiti dalla pandemia – ad esempio il trasporto persone, strettamente legato al turismo e agli eventi ­–, molti sono stati i settori che hanno registrato un segnale di crescita: alimentare, legno, imprese di pulizia.

«Il settore dell’artigianato sta migliorando – commenta Alessandro Conte Presidente CNA Veneto – i dati elaborati e diffusi da EBAV dimostrano il supporto dell’Ente alle imprese. Con le riaperture, infatti, si vedono già i primi risultati ed è indubbia la ripresa lavorativa. Per quanto riguarda il mondo artigiano seppure in una situazione di riorganizzazione, è necessario mantenere le competenze e le professionalità costruite in questi anni proprie delle maestranze artigiane e che non possono essere disperse poiché fondamentali per la ripartenza. A causa della pandemia , molte aziende hanno dovuto ricorrere a FSBA- Fondo di Solidarietà Bilaterale per l’Artigianato – e aderire all’Ente Bilaterale. Ciò ha consentito di comprendere la necessità e l’importanza della bilateralità, sottolineando il riconoscimento del loro ruolo di welfare delle aziende.

Il Governo – conclude Conte – ha stanziato ulteriori risorse per l’utilizzo di FSBA, ed EBAV a fronte di questo, potrà erogare i pagamenti relativi al primo trimestre a partire da lunedì 31 maggio prossimo. Va tuttavia sottolineato come alla situazione di oggi, il ricorso ad EBAV e l’utilizzo di FSBA da parte delle imprese sia collegato essenzialmente alle situazioni di maggiore difficoltà e sofferenza e non più quale uso massivo e indistinto tra i settori.»

PDFSTAMPA

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
Codice nautica da diporto
Nautica da diporto, modificato il codice