CNA Cinema Days. “Il distretto veneto della giostra… in mostra”

Un settore da 250 milioni di euro e 3mila addetti.

Secondo appuntamento a Venezia con i CNA Cinema Days. All’Hotel Excelsior nello spazio della Regione del Veneto si è tenuto l’incontro dal titolo “Il distretto veneto della giostra…in mostra” dedicato al distretto della giostra e a una delle sue opere più note: sono infatti prodotte in Veneto e in modo particolare nel polesine molte delle attrazioni di Coney Island.

“Il legame tra giostra e cinema è molto profondo – dichiara il segretario di CNA Veneto Matteo Ribon – per questo abbiamo voluto fortemente che il distretto fosse presente alla 77esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Anche per questo comparto il Covid-19 ha segnato una battuta d’arresto”.

“Sono oltre 500 le commesse sospese a causa dell’emergenza epidemiologica – rappresentante del settore di CNA Rovigo Franco Cestonaro – Ecco perché il secondo passo per contribuire al rilancio del settore sarà di realizzare dei video da divulgare con i canali digitali e virtuali in tutto il mondo. Contiamo di raggiungere 25mila contatti. Abbiamo infatti raccolto una mailing list, completa di ogni dato, di oltre 800 parchi di divertimento di 15 paesi diversi. Ci stiamo inoltre organizzando per realizzare in primavera 2021 un nuovo evento in presenza nel nostro territorio”.

“Vogliamo lanciare un messaggio importante alle impresa – dichiara il segretario di CNA Rovigo Matteo Rettore – Stiamo elaborando, anche con il supporto di CNA Nazionale, un documento proposta da sottoporre al nostro governo per chiedere il rinnovo del parco giostre italiano: nuove attrazioni con l’utilizzo di nuove tecnologie, digitale, risparmio energetico, sicurezza. Chiediamo inoltre di sostenere la facilitazione all’accesso ai Luna Park da parte delle persone con esigenze specifiche, disabilità psichiche e fisiche, con l’utilizzo di nuove tecnologie”.

Presente all’evento Alberto Zamperla, Ceo dell’omonimo gruppo e creatore di alcuni dei parchi di divertimento più grandi del mondo come quello di Coney Island: “La capacità che hanno i nostri artigiani del settore di fare è la vera chiave del successo riscontrato da questo distretto nel mondo”.

A livello veneto il settore vanta un fatturato di oltre 250 milioni di euro, con più di 3mila addetti. Il 60 per cento delle giostre nel mondo è fornito dalle imprese Italiane, di questo 60, l’80 % è realizzato dalle imprese Venete. Il distretto si concentra in modo particolare nell’area del polesine. All’incontro erano presenti Anna Marchesini sindaco di Melara e Lara Chiccoli, sindaco di Bergantino e AlbertoCapuzzo, direttore di Camera Servizi che hanno sottolineato l’importanza di sostenere il settore, una realtà che, anche alla luce dei numeri, è centrale per l’economia del Veneto.

“Dobbiamo guardare con grande fiducia al futuro di questo settore – ha concluso l’assessore al territorio, cultura e sicurezza della Regione Veneto – Questo settore lavora sui sogni, sulle aspettative e sulla creatività: ingredienti utili per lo sviluppo di tutta l’economia del Veneto. Convivendo con l’emergenza epidemiologica dobbiamo far ripartire la nostra creatività. Anche per questo abbiamo sostenuto il Museo della giostra, comparto che esporta il nome del Veneto in tutto il mondo”.

PDFSTAMPA

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
FSBA, evaso l’80% delle domande