1

Economia circolare e PNRR, contributi alle imprese per progetti faro

Arrivano i primi contributi del PNRR per le imprese. Nell’ambito dell’Investimento 1.2 Missione 2 finalizzato a potenziare la rete di raccolta differenziata e degli impianti di trattamento e riciclo, verranno finanziati progetti “faro” di economia circolare che promuovono l’utilizzo di tecnologie e processi ad alto contenuto innovativo nei settori produttivi: elettronica e ICT, carta e cartone, plastiche, tessili.

Linee di intervento del decreto 397 del 28/09/2021

Sono stati emanati quattro avvisi aventi ad oggetto proposte per il finanziamento di interventi diversi:

  • Linea d’intervento A, ammodernamento (anche con ampliamento di impianti esistenti) e realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche c.d. RAEE, comprese pale di turbine eoliche e pannelli fotovoltaici;
  • linea d’intervento B, ammodernamento (anche con ampliamento di impianti esistenti) e realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti in carta e cartone;
  • linea d’intervento C, realizzazione di nuovi impianti per il riciclo dei rifiuti plastici (attraverso riciclo meccanico, chimico, “Plastic Hubs”), compresi i rifiuti di plastica in mare;
  • linea d’intervento D, infrastrutturazione della raccolta delle frazioni di tessili pre-consumo e post consumo, ammodernamento dell’impiantistica e realizzazione di nuovi impianti di riciclo delle frazioni tessili in ottica sistemica cd. “Textile Hubs”.

Risorse disponibili

Le risorse sono ripartite equamente per ciascuna Linea di intervento: 150.000.000 di euro ognuna.

Destinatari

I destinatari delle risorse sono:

a) le imprese che in via prevalente producono beni (o servizi) o si occupano di trasporto, ivi comprese le imprese artigiane di produzione di beni di cui alla legge 443 del 1985;

b) le imprese che esercitano in via prevalente attività ausiliarie in favore delle imprese di cui alla precedente lettera a).

I Soggetti in possesso dei requisiti possono partecipare sia in forma autonoma, sia mediante l’adesione ad una Rete di imprese o, infine, mediante altre forme contrattuali di collaborazione.

Scadenze

Per essere ammesse le proposte devono contenere un cronoprogramma che preveda la stipula dei contratti per l’esecuzione di ciascun intervento oggetto della proposta entro il 31 dicembre 2023 e il completamento delle opere entro e non oltre il 30 giugno 2026.

Termini per la presentazione delle proposte

I soggetti in possesso dei requisiti dovranno presentare le proprie proposte, attraverso apposita Piattaforma entro la fine di gennaio 2022.

Forma del finanziamento

Il finanziamento è concesso nella forma del contributo a fondo perduto. L’ammontare del contributo non potrà superare il 35% dei costi ammissibili; esso potrà essere aumentato di 20 punti percentuali per gli aiuti concessi alle piccole imprese (in tutto max 55%) e di 10 punti percentuali per gli aiuti concessi alle medie imprese.

Per consultare i testi completi sui primi contributi del PNRR: https://www.mite.it/pnrr-decreti-economia-circolare.