1

Dalla Legge di Bilancio 2022 oltre 2 miliardi di euro per l’Agroalimentare

La Legge di Bilancio 2022, approvata all’ultimo dal Governo Draghi, contiene ad una prima rapida lettura, oltre 2 miliardi di euro per l’Agroalimentare. Tutti i risultati ottenuti anche grazie a CNA Agroalimentare.

Di seguito una sintesi delle principali misure di diretto interesse per gli attori della filiera agroalimentare italiana:

  • 16 milioni di euro destinati alla riduzione delle accise per i birrifici artigianali che producono meno di 60.000 ettolitri annui, al fine di stimolare la ripresa produttiva e lo sviluppo della filiera connessa al comparto brassicolo;
  • proroga del Bonus Verde, per il triennio 2022-2024, riguardante la detrazione IRPEF del 36% delle spese sostenute per le sistemazioni e la cura del verde;
  • 80 milioni annui, per il 2022 e il 2023, per l’incremento della dotazione finanziaria del Fondo per lo sviluppo e il sostegno delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura;
  • 76 milioni di euro per l’istituzione di due Fondi a sostengo degli investimenti in beni strumentali e nella valorizzazione di DOP, IGP e STG e delle eccellenze della ristorazione e della pasticceria italiana, nel biennio 2022- 2023;
  • 10 milioni di euro per l’incremento della dotazione del Fondo per la competitività delle filiere agricole;
  • 10 milioni di euro per il rafforzamento finanziario del Fondo grano-duro;
  • 4 milioni di euro, negli anni 2022-2023, a favore del Fondo distribuzione derrate alimentari agli indigenti;
  • 1 milione di euro per l’istituzione del Fondo per la valorizzazione dei prodotti agricoli tradizionali e certificati;
  • 120 milioni di euro per il finanziamento della misura “Distretti del cibo“.

Per le misure di carattere generale rivolte alle imprese di tutti settori clicca qui.