1

CNA Cinema e Audiovisivo agli Stati Generali dello Spettacolo

CNA Cinema e Audiovisivo Veneto agli ‘Stati Generali dello Spettacolo’ organizzato a Padova oggi, lunedì 6 dicembre e domani, martedì 7 dicembre al Cinema Porto Astra a Padova, al Festival “The show must pop-corn”,organizzato da Irecoop Veneto, ente strumentale di Confcooperative Veneto, con AGICI Veneto. Due giorni di ‘Stati Generali’ della cultura e delle arti in Veneto, durante una pandemia che non sembra voler finire e che ha messo in difficoltà il settore e non poco. Un settore però che si ritrova, si confronta e mette in campo tutti gli strumenti, le iniziative e le specificità che lo caratterizzano, di fronte alle istituzioni e agli addetti ai lavori.

«CNA ha deciso di collaborare a questo Festival perché da tempo ha investito nel comparto Cinema a Audiovisivo – afferma Matteo Ribon Segretario CNA Veneto ­–. Siamo artigiani e piccole imprese, e tradizionalmente ci occupiamo di una rappresentanza trasversale, allo stesso modo in cui il Cinema può rappresentare le molte maestranze diverse che lavorano assieme. La filiera del cinema rappresenta un importante settore di riferimento per una parte significativa del nostro artigianato. Siamo qui oggi agli Stati Generali dello Spettacolo per ragionare con tanti attori qui presenti, per costruire alleanze che possano in qualche maniera valorizzare questo importante tessuto che da forza al nostro Veneto.»

Da sinistra Mattreo Ribon – Segretario CNA Veneto

«Come CNA Veneto siamo stati lieti di partecipare, assieme ad AGICI e con il cappello della Veneto Film Commission, a questo importante momento di condivisione e confronto con esperti di settore – spiega Marco Caberlotto Presidente di CNA Cinema e Audiovisivo –. Nei mesi scorsi abbiamo chiesto alla Regione Veneto di istituire un fondo di sviluppo per rafforzare le produzioni venete e gli autori veneti che abbiano progetti con potenziale, così da poter loro consentire di affacciarsi ai mercati internazionali e di confrontarsi con maggior vigore, con produzioni o tv o bandi europei internazionali, cosa che ad oggi manca.

Marco Caberlotto – Presidente CNA Cinema e Audiovisivo

CNA Cinema e Audiovisivo non rappresenta solo i produttori e le case di produzione – prosegue Caberlotto – ma tutti i pezzi di filiera: dai tecnici professionisti che lavorano sul set, ai direttori della fotografia, ai fonici; chi lavora in post produzione, le case di produzione e i centri di noleggio, gli atelier di costumisti e anche molte maestranze che nel cinema e nella tv lavorano in maniera occasionale come acconciatori, truccatori, ma che offrono la loro opera di volta in volta, in determinate produzioni. Come CNA Raggruppamento Cinema e Audiovisivo desideriamo quindi fare un ragionamento di filiera, non solo con i rappresentanti dei produttori, ma aprire un’ottica un po’ più ampia, ragionando di crescita di tutto il comparto. Queste giornate del Festival sono quindi per CNA Cinema e Audiovisivo l’occasione per accendere un faro e per vivere un momento di incontro, di relazione,  di vetrina tra tutte le figure del settore che in Veneto manca, con la speranza di essere attrattivi per i finanziamenti e di poter dare continuità a queste iniziative.