. LEGGE DI BILANCIO: COSA PORTA IL 2019 ………

Revisione veicoli

La Legge di Bilancio prevede un nuovo obbligo di affidare ai centri privati autorizzati anche le revisioni dei mezzi pesanti (massa complessiva superiore a 3,5 tonnellate), ad eccezione di quelli che trasportano merci pericolose e i camion frigo (trasporti di merci deperibili a temperatura controllata Atp). Una volta effettuati i controlli, i centri autorizzati per la revisione dovranno inoltrare i dati al Ministero dei Trasporti, che li invierà alla Motorizzazione. La novità dovrebbe scattare dal 1° febbraio 2019, ma in realtà per diventare effettiva ha bisogno che venga emanato l’apposito decreto attuativo.

Bollo auto

La Legge di Bilancio 2019 ha previsto una riduzione del 50% per la tassa di possesso delle autovetture con rilevanza storica, attestata da apposito certificato, immatricolate da almeno 20 anni e fino ai 29 anni. Il bollo auto potrà essere versato anche presso i punti di riscossione abilitati anche quelli del circuito Pago PA creato dall’Agenzia per l’Italia digitale (Agid).

Ecotassa

La Legge di Bilancio 2019 introduce, dal 1° marzo 2019, una tassa sulle emissioni, sulle autovetture (categoria internazionale M1, quindi anche pullmini fino a nove posti compreso il conducente) acquistate e immatricolate nuove, fino al 31 dicembre 2021, con emissioni di CO2 superiori a 160 grammi/chilometro. L’imposta è pari a:

•             1.100 euro per la fascia 161-175 g/km;

•             1.600 euro per la fascia 176-200 g/km;

•             2.000 euro per la fascia 201-250 g/km;

•             2.500 euro oltre i 250 g/km.

Schede carburante

Il 2019 è l’anno dell’addio definitivo alle schede carburante, finora utilizzate per ottenere la detrazione IVA e le deduzioni fiscali previste dalla normativa vigente. Ora, per effetto della Legge 205/2017, per ottenere queste agevolazioni sarà obbligatorio pagare con metodi di pagamento elettronici e tracciabili (carte di credito, carte di debito o carte prepagate). I distributori saranno obbligati a memorizzare i dati dei clienti ed inviare telematicamente le fatture elettroniche. ovranno provvedere alla memorizzazione dei dati dei clienti e alla trasmissione telematica delle fatture elettroniche emesse.

Euro 6D-Temp

Il Regolamento (Ue) 2017/1347 ha introdotto l’obbligatorietà per tutte le autovetture vendute nuove, a parte alcune eccezioni, di essere conforme allo standard antinquinamento Euro 6D-Temp  (o Euro 6.2) che impone nuovi limiti per gli ossidi di azoto e il numero di particelle di particolato. Il nuovo obbligo scatterà da 1° settembre 2019, a meno di slittamenti dell’ultimo momento, e avrà effetti sui blocchi del traffico imposti in molte grandi città.