. TAXI, DOPO LA 'RIVOLTA' DI FEBBRAIO IL GARANTE CHIEDE I NOMI

il 29 maggio 2017 nuovo sciopero …. ma limitato a porti, aeroporti, stazioni ferroviarie

L'Autorità di garanzia per gli scioperi ha chiesto ai sindaci i "nominativi dei singoli" tassisti che dal 15 al 21 febbraio non prestarono servizio per protestare contro le liberalizzazioni nel settore.

"Astensioni illegittime che, di fatto, paralizzarono il servizio” fa sapere il Garante in una nota. Non solo a Roma. La richiesta è stata avanzata anche ai primi cittadini di Bologna, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli e Torino ………..il Veneto, non essendoci stata nella nostra Regione l’astensione dal servizio, non è “nel mirino” dell’Autorità di Garanzia. 

I tassisti "non avendo svolto l’ordinario turno di servizio, si sono illegittimamente astenuti dalle prestazioni lavorative". Il Garante vuole sapere i loro nomi "al fine di poter eventualmente adottare le relative sanzioni previste dalla legge" si legge ancora nella nota. "Al termine del procedimento istruttorio e delle audizioni effettuate con le parti" il Garante "ha ritenuto che la responsabilità dei comportamenti posti in essere non fosse ascrivibile ad organizzazioni sindacali o associazioni di categoria".

La notizia è stata diffusa in questi giorni di maggio, proprio nel periodo in cui le Organizzazioni/Associazioni sindacali hanno indetto una nuova giornata di sciopero nazionale per il 29 maggio. La sospensione del servizio avverrà solo nei porti, negli aeroporti e nelle stazioni. Al momento hanno firmato Unica Cgil, Uri, Uti, Confartigianato, Clai.