. NIENTE ULTERIORI LIBERALIZZAZIONI, FINCHÉ NON CI SARANNO REGOLE CERTE SUI DIRITTI DEI LAVORATORI

Al Consiglio europeo dei Ministri dei Trasporti il Ministro Delrio mantiene la parola data a CNA FITA

Il Ministro dei Trasporti, Graziano del Rio, mantiene la parola data alle Associazioni degli Autotrasportatori anticipate in video collegamento nel corso della Conferenza di Organizzazione della Cna Fita nei giorni 24 e 25 novembre.

Al Consiglio europeo dei Ministri dei Trasporti che si è tenuto ieri, 5 dicembre 2017 a Bruxelles, sul pacchetto mobilità, infatti, il ministro ha affermato che “non ci possono essere ulteriori liberalizzazioni, finché non ci saranno regole certe sui diritti dei lavoratori”, mantenendo ferma la posizione italiana.

L'Italia ha, inolgtre, condiviso la dichiarazione comune dei Paesi della Road Alliance sulla necessità di rafforzare diverse componenti del pacchetto mobilità.

“Condividiamo i passi avanti in materia di autotrasporto - ha affermato il Ministro - ma vanno rafforzati i temi dei controlli, di non avere ulteriori liberalizzazioni fino a quando non si rispettano bene le regole sui diritti dei lavoratori, degli autisti, con il divieto del riposo settimanale in cabina, giorni limitati di cabotaggio, rivedendo le regole che oggi creano concorrenza sleale e dumping sociale. Stiamo difendendo una posizione giusta di equilibrio tra libertà di movimento delle merci e diritti sociali e sicurezza delle persone che lavorano, autisti stanchi e sottoposti a ritmi massacranti, che non sono sinonimo sicurezza nemmeno per chi viaggia. Il confronto continua e speriamo che i contributi consentano alla Commissione di fare qualche passo avanti”.