. NIENTE SOLDI ALLE AZIENDE DEL TPL: FITA CHIEDE INCONTRO ALLA REGIONE

Pressante richiesta alla Regione di garantire fino a dicembre la corresponsione per dodicesimi

Le aziende venete di autotrasporto persone che effettuano servizio di TPL, non hanno incassato alcuna mensilità del 2016.

Per far fronte alla situazione, Fita Cna assieme alle altre associazioni di categoria ha chiesto un incontro al Presidente della Giunta regionale, Luca Zaia,  e all’assessore ai trasporti Elisa De Berti,  per conoscere quando e quanto la Regione liquiderà nel 2016 alle singole aziende le spettanze fin qui maturate e maturande,sollectandole a farlo al più presto, nonché con quali criteri €/Km ed in ragione di quanti Km/anno. Il tutto rapportato al 2015.

La Deliberazione del Consiglio Regionale n. 9 del 12 gennaio 2016 relativa ha, infatti, impegnato la Giunta Regionale a riorganizzare, per l’anno 2016, il sistema di corresponsione dei corrispettivi per dodicesimi, in modo da non creare squilibri finanziari alle aziende che si occupano di trasporto pubblico locale e a sollecitare il Governo ad erogare alla Regione i fondi per il TPL in tempi utili per poter fare gli impegni e successivi mandati di pagamento e liquidazioni conseguenti nell’anno di riferimento. 

Si sa che il D.M. anticipazione Fondo TPL 2016 pari al 60% della dotazione, firmato dai Ministri dei Trasporti e dell'Economia, dal 14 aprile u.s. è in fase di completamento dell'iter e di emanazione dei decreti di pagamento. Risulterebbe anche che alcune Regioni, a seguito della firma dei ministri, sbloccherebbero l'erogazione dei finanziamenti sin qui maturati dalle Aziende senza attendere l'adozione definitiva del decreto.

Per questo motivo, a sostegno delle aziende che nel primo semestre hanno dovuto sopportare onerosi interessi passivi, la richiesta alla Regione di dare seguito ai deliberati.