. NCC SENZA OBBLIGO RIENTRO IN RIMESSA PER ALTRI DUE ANNI, PROTESTA DI ALCUNE SIGLE TAXI.

I noleggiatori con conducente (NCC) possono ancora fare a meno di rientrare nella loro rimessa prima di iniziare una nuova corsa. Il nuovo obbligo di rientro prima di ogni viaggio, a meno che l’autista abbia registrato un elenco di corse già al momento in cui esce in servizio, per ora non si applica.

Lo stabilisce una circolare del ministero dell’Interno (datata 28 febbraio u.s. resa nota nella serata di ieri, 13 marzo 2019), allegata in calce.

Ora protestano i tassisti, che annunciano ricorsi al Tar contro l’atto, firmato dall’allora direttore centrale delle Specialità della Polizia di Stato.

In realtà, la circolare prende atto di una clausola contenuta già nella nuova norma: il comma 9 dell’articolo 10-bis della legge 12/2019 aveva previsto una deroga di due anni al nuovo obbligo se entro il 28 febbraio se non fosse intervenuta una delibera della Conferenza Stato Regioni unificata. La delibera non c’è stata e quindi niente obbligo di rientro prima di un nuovo viaggio. 

Il regime attuale dovrebbe durare fino al 13 febbraio 2021. Da qui la protesta di una serie di sigle sindacali del mondo dei taxi (Ugl Taxi, Federtaxi Cisal, Tam, Satam, Claai, Faisa Confail Taxi, Unimpresa, Ati Taxi, Associazione tutela legale Taxi e Associazione nazionale autonoleggiatori riuniti/ Anar).

Ieri, invece, avevano protestato gli operatori NCC riuniti nell’Air, chiedendo simbolicamente il “Reddito di cittadinanza” in quanto la nuova legge impedirebbe loro di lavorare.

Come potete verificare  la nostra Associazione (…. e meno male…) non compare nelle liste citate ….- Per certi aspetti sembra di essere al Parlamento inglese con la discussione sulla Brexit ….: tutti urlano, tutti prendono posizione, tutti vogliono tutto e il contrario di tutto …..in un moltiplicarsi di sigle, apparentamenti momentanei, odii che nascono in qualche minuto ed amori che tramontano in qualche ora……

Sommessamente: il settore va, normativamente parlando, riformato senza che una parte (taxi o ncc) pretenda di schiacciare l’altra (ncc o taxi).

Documenti Allegati: