. LO SCIOPERO DIPENDENTI IL 29 MAGGIO IN VENETO PER L’INTERA GIORNATA

Contro misure CE che peggiorano le condizioni del lavoro e della sicurezza degli autisti

In vista dello sciopero del 29 maggio proclamato per il settore dell’autotrasporto merci, le segreterie regionali della Toscana e del Veneto di Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti hanno comunicato l’estensione dello stop delle attività per gli autisti all’intera giornata.

Il fermo di 4 ore è stato proclamato dalle organizzazioni sindacali nazionali per contrastare le misure della Commissione Europea che intendono modificare alcune disposizioni previste dal Regolamento (CE) n. 561/06 inerente la disciplina dei tempi di guida e di riposo dei conducenti professionali, nonché sull’esclusione degli autisti dall’applicazione delle norme sul distacco transnazionale. Tali misure, secondo i sindacati, “peggiorano le condizioni del lavoro e della sicurezza degli autisti”.

“La modifica - scrivono le segreterie Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti della Toscana e del Veneto - andrà a ridurre drasticamente i tempi di riposo settimanali, con le conseguenze di aumentare i carichi di lavoro, minare la salute degli autisti e compromettere la sicurezza di tutti gli utenti stradali.

Come Cna Fita del Veneto avremo modo di valutare, per quanto possibile, l’impatto sulle imprese venete di autotrasporto dell’astensione proclamata.