. L’AGENZIA DELLE ENTRATE HA PUBBLICATO LE QUOTE RELATIVE ALLE DEDUZIONI FORFETARIE AL SSN

Il provvedimento quantifica l’ammontare delle deduzioni forfetarie per i trasporti effettuati dal titolare di azienda di autotrasporto

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato sul proprio sito il provvedimento con cui quantifica l’ammontare delle deduzioni forfetarie relative ai trasporti effettuati dal titolare di azienda di autotrasporto.

Le imprese di autotrasporto che possono usufruire del beneficio sono quelle “in contabilità semplificata” o  in “ordinaria per scelta” (opzione).

Rispetto allo scorso anno cambiano (vengono ridotte) le deduzioni forfetarie delle spese non documentabili, a seguito delle modifiche disposte dalla legge di stabilità per il 2016 che ha previsto una unica misura per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il territorio del Comune in cui ha sede l’impresa, al posto delle due misure precedenti. 

Nel dettaglio:

  • per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore oltre il Comune in cui ha sede l’impresa è prevista una deduzione nella misura di 51,00 euro;
  • la deduzione spetta anche per i trasporti effettuati personalmente dall’imprenditore all’interno del Comune in cui ha sede l’impresa, per un importo pari al 35 per cento di quello spettante per i medesimi trasporti oltre il territorio comunale (il 35% di 51 euro = 17.85 euro).

    Invariata l’agevolazione relativa alla facoltà di recuperare, tramite compensazione in F24, i contributi versati al Servizio Sanitario Nazionale sui premi di assicurazione per la responsabilità civile e cioè fino ad un massimo di 300 euro per ciascun veicolo rispetto a quanto versato nel 2015 come contributo al SSN sui premi di assicurazione RCA dei veicoli a motore adibiti a trasporto merci di massa complessiva a pieno carico non inferiore a 11,5 tonnellate.

In allegato il comunicato dell’Agenzia delle Entrate