. DISATTESI GLI ACCORDI DI DELRIO E NANCINI SULL’ATTUAZIONE DEL DECRETO TAXI

Varare subito il decreto interministeriale su servizio Taxi e NCC previsto dagli accordi condivisi alla presenza del ministro Delrio e del viceministro Nencini  e dei funzionari delegati del MISE e del MIT.

Lo chiedono le associazioni e rappresentanze sindacali dei tassisti, compresa FITA CNA, riunitisi ieri (7 settembre) a Bologna per discutere della situazione creatasi.

Alla fine della riunione hanno confermando e ribadito la richiesta al governo, tramite i ministeri competenti, di dare corso agli impegni.

La tempistica del governo di rendere attuabile il decreto interministeriale in 30 giorni ormai è stata ampiamente disattesa e tale condizione è pertanto non più accettabile e deve essere superata al più presto.

L'attuale legge quadro che regolarmente servizio taxi e NCC non può continuare ad essere in parte sospesa da un emendamento al milleproroghe fortemente discutibile.

Le associazione sindacali hanno programmato per il prossimo 19 settembre  un nuovo incontro nazionale a Roma presso una sede da definire per fare un’analisi della situazione in relazione all’empasse governativa, valutare, con l'avvicinarsi della scadenza del 31 dicembre, una strategia di intervento per arginare quanto va a determinarsi nel mondo del noleggio con conducente delle multinazionali, a seguito della mancata applicazione della normativa vigente e per strutturare un metodo di lavoro comune

Le associazioni auspicando un alto senso di responsabilità da parte tutti in relazione alla difficile fase, e invitano i rappresentanti sindacali nazionali a partecipare all'incontro.