. RAGGIUNTO L'ACCORDO SUL DURC CONGRUITÀ. SODDISFATTA CNA COSTRUZIONI

E’ stato sottoscritto l’Accordo fra il Commissario straordinario del  Governo, on.  Paola De Micheli, e i Presidenti delle Regioni/vice Commissari delle aree colpite dal sisma del 2016 (Italia Centrale), il Ministero  del Lavoro e delle Politiche Sociali, la Struttura di Missione, Inps, Inail e le parti sociali del settore edile, in materia di verifica della congruità della incidenza della mano d'opera impegnata nei singoli e specifici cantieri di ricostruzione, pubblici e privati, che si attiveranno nelle aree del cratere.

I macro obiettivi che persegue tale Accordo sono, da una parte, contrastare il fenomeno del lavoro sommerso e irregolare nei lavori di recupero e ricostruzione degli immobili pubblici e privati situati nelle aree colpite e, dall’altra, contribuire  ad accelerare l’apertura dei cantieri a circa due anni dall’evento sismico.

“Siamo soddisfatti per questo accordo perché valorizza la qualità delle imprese artigiane e delle piccole imprese edili locali che apporteranno un contributo determinante alla ricostruzione di quei territori. Inoltre, si mette al centro del funzionamento del sistema di verifica e certificazione della congruità per tutti i lavori di natura edile il sistema della bilateralità edile (Casse Edili ed Edilcasse), che si  pone immediatamente al servizio sia delle imprese che realizzeranno i lavori sia della popolazione”, ha commentato Roberto Strumendo, Portavoce regionale e Delegato nazionale alle relazioni sindacali di CNA Costruzioni.

Per tutti i lavoratori autonomi e i lavori non edili presenti nel cantiere sarà il direttore dei lavori a certificare la congruità della manodopera.

Documenti Allegati: