. LE COSTRUZIONI NELL’ERA DIGITALE CON IL BUILDING INFORMATION MODELLING

Convegno della CNA a Mestre il 4 ottobre

E’ un obbligo di legge, ma più ancora è un obbligo della legge del mercato: le imprese del comparto costruzioni se vogliono essere competitive e misurarsi con il mercato che conta devono adeguarsi il più presto possibile, se già non l’hanno fatto, alle nuove procedure del BIM, il Building Information Modelling.

Si tratta di una nuova metodologia di progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione di un’opera edile, che investe tutte le figure coinvolte nel processo.

L’obbligo scatterà nel gennaio 2019 per le pubbliche amministrazioni, in quanto la legge 50/2016 prevede che gli enti pubblici richiedano il BIM in fase di progettazione da quella data, con introduzione graduale degli appalti più grandi, fino all’implementazione per tutti gli appalti pubblici entro il 2025.

Una rivoluzione digitale che, come già ha fatto per tutti i comparti della nostra vita e dell’economia, riguarderà l’intera filiera delle costruzioni : progettisti, ditte esecutrici, subappaltatrici e forniture, includendo operai, tecnici edili e impiantisti che operano nei cantieri.

Nel privato la rivoluzione digitale ha anticipato i tempi e sono già molti i committenti che richiedono il BIM ai propri fornitori. Meglio anticipare i tempi, quindi e farsi trovare pronti all’appuntamento.

Per questo CNA Costruzioni del Veneto ha promosso un convegno, sul tema “La digitalizzazione delle costruzioni”, aperto a tutti i soggetti della filiera, per dare loro la giusta chiave interpretativa delle novità e strumenti concreti per prepararsi a cogliere questa opportunità.

L’appuntamento è per le 15.00 di giovedì 4 ottobre (Mestre, Hotel Venice Airport, via Terraglio 15).

Sono previsti interventi di Anna Moreno, Presidente IBIMI, sul perché le PMI di edilizia e impiantistica devono interessarsi al BIM, di Enrico Zoccatelli, Ceo Global Power Service, sull’applicazione del BIM nei contratti di rendimento energetico e nella gestione degli immobili, e di Massimo Guerini, global sales director di BimObject Italy, sugli oggetti BIM e sui voucher della Regione Veneto.

Saranno proceduti dagli interventi di Mauro Geretto, portavoce metropolitano CNA Edilizia Venezia, e Roberto Strumendo, portavoce CNA Edilizia Veneto, mentre le conclusioni saranno tracciate da Enzo Ponzo, presidente nazionale di CNA Costruzioni.

La registrazione è obbligatoria su https://bimcostruzioni.eventbrite.it/ ed è stato richiesto il  riconoscimento dei crediti formativi da parte degli Ordini  e dei Collegi professionali.