. BENE LA NOMINA DEGLI AMMINISTRATORI. ORA LA REGIONE INVESTA PER PRODURRE SVILUPPO

“Il sistema CNA Cinema e Audiovisivo nazionale e veneto si complimenta per la scelta tecnica delle figure che andranno a comporre la neonata Veneto Film Commission, certo che verrà coinvolto nelle attività il tessuto imprenditoriale della filiera del cinema e potrà essere supportato da una struttura qualificata.

E' importante ora che venga fatto un investimento economico sull'operatività della Film Commission e sulla promozione del territorio quale set naturale, e delle sue maestranze. CNA da tempo lavora per favorire le produzioni cinematografiche nei territori veneti e ritiene che questo porterà una ricaduta economica e sociale notevole, dando al tessuto imprenditoriale opportunità di business e nuovi posti di lavoro nei comparti tradizionali (pernottamenti, ristorazione e artigianato, solo per citarne alcuni). Inoltre, gli imprenditori artigiani di filiera posso diventare maestranze attive nello sviluppo delle produzioni cinematografiche”.

E' quanto ha dichiarato FIlippo Dalla Villa - Membro Esecutivo Nazionale CNA Cinema e Audiovisivo - Presidente Nazionale CNA Comunicazione e Terziario Avanzato in relazione alla nomina dei nuovi amministratori di VENETO Film Commission.

foto Renato Zanette

 

I nuovi amministratori sono il giornalista Luigi Bacialli, in qualità di presidente, il consulente editoriale Giacomo Brunoro, la responsabile di Rai Movie Cecilia Valmarana, l’imprenditore Vittorio Dalle Ore e la ricercatrice dell’Università di Padova Giulia Lavarone, in veste di consiglieri. Con la nomina dei vertici e del revisore dei conti (Massimo Venturato), la Giunta regionale del Veneto ha così completato il percorso costitutivo della Fondazione, sostenuta dalla Regione e aperta alla partecipazione di camere di commercio, imprenditori privati e istituzioni locali, che dovrà promuovere il patrimonio storico e paesaggistico, le risorse professionali e le imprese del Veneto che operano nel settore del cinema e dell’audiovisivo e assicurare accoglienza e supporto gratuito alle produzioni italiane e estere.