. ANZIANI PROTAGONISTI CON LA NUOVA LEGGE REGIONALE SULL’INVECCHIAMENTO ATTIVO

Bruna Vincenzi, (veronese) Presidente di CNA Pensionati Veneto: “Saremo in prima fila per la sua attuazione”

“CNA Pensionati del Veneto sarà in prima fila, assieme al CUPLA, coordinamento dei pensionati del lavoro autonomo, per contribuire in modo propositivo alla realizzazione sul territorio dei progetti previsti e finanziati dalla nuova legge regionale sull’invecchiamento attivo”.

Lo ha affermato Bruna Vincenzi, presidente regionale di CNA Pensionati, che ha anche espresso la soddisfazione della sua organizzazione per questo primo importante risultato, che contribuisce a modificare l’approccio culturale ai temi dell’invecchiamento e della longevità attiva, per considerare pienamente l’anziano una risorsa sociale e non solo un peso.

Il testo approvato all'unanimità dal Consiglio Regionale, è nato anche con il contributo di contenuti di tutte le forze sociali, e in particolare le rappresentanze del lavoro autonomo, artigiani, commercianti e agricoltori, riuniti nel CUPLA, con le quali la Regione si è confrontata.

Con questa nuova legge arrivano le prime risorse, 800 mila euro, per favorire progetti costruiti in rete con Comuni, Associazioni e volontariato sociale, sui temi della formazione e sulle attività di utilità sociale.

“Siamo convinti che il mondo del lavoro autonomo, e in particolare l’artigianato, sia portatore di saperi, di esperienze, del fare artigianato e impresa. Questi “valori” devono essere portati nelle scuole, tra i giovani studenti, per testimoniare e far conoscere, dalla viva voce dei protagonisti, le sfide affrontate nel passato per uscire dalla povertà, consolidare lo sviluppo e ora cambiare, connessi allo sconvolgente processo portato dalle nuove tecnologie”, ha affermato Bruna Vincenzi.

Per questo motivo CNA Pensionati del Veneto, assieme alle sue articolazioni territoriali, metterà i propri iscritti, che già oggi sono in prima fila in tante iniziative di volontariato, al lavoro per contribuire ai progetti che la nuova legge e le risorse stanziate mettono in campo.

I gruppi dirigenti di CNA Pensionati di tutto il territorio veneto saranno impegnati nei prossimi mesi sul tema della longevità attiva, tema centrale della recente Assemblea elettiva nazionale svoltasi a Roma a fine luglio, per approfondire i contenuti della legge approvata e coglierne tutte le potenzialità, nell’unico interesse degli anziani e della società veneta, oltre che alle imprese artigiane, anche per sviluppare le buone pratiche della successione e continuità dell’impresa artigiana come “valore sociale” riconosciuto.