. OLTRE 150 IMPRESE VENETE VERSO LA TRASFORMAZIONE DIGITALE

DIGIMEC, progetto di CNA del Veneto per la digitalizzazione delle imprese della meccanica e della meccatronica tramite i FabLab

La fabbrica digitale ha, e può avere, un potenziale ad impatto elevato sulle aziende venete e, in particolare sulle aziende del settore della meccanica e della meccatronica. Internet sta di nuovo cambiando i giochi dell'economia, agendo direttamente nel cuore del sistema (la fabbrica) e grazie alla connessione con il digitale l'industria riscopre la sua anima artigianale favorendo la produzione su misura da un lato e un processo di personalizzazione di massa, dal momento che la tecnologia sta ridisegnando la filiera dell'industria manifatturiera.

Ma mentre il dibattito è aperto e fioriscono FabLab, anche con l’ausilio di Università e di incubatori di imprese innovative, tre aziende italiane su quattro non stanno formando i dipendenti in vista dell’arrivo dei processi industriali di nuova generazione.

Le attese per i benefici dell’Internet delle cose applicato all’industria sono altissime, ma la realtà è che quasi nessun imprenditore sa di cosa si stia parlando. Ma l’Industria digitalizzata, che va pensata in grande, trova nel piccolo un terreno di declinazione, perché in tutte le aziende, grandi e piccole, si possono fare miglioramenti.

Per colmare questo gap la CNA del Veneto lancia un progetto che in un anno punta a dare alle imprese venete della meccanica e della meccatronica gli strumenti per essere davvero protagoniste della trasformazione digitale e della quarta rivoluzione industriale.

Alla realizzazione di Digimec collaborano Ecipa NordEst (ccordinatore di progetto), CNA Treviso, UPA Padova Formazione, FabLab di Castelfranco,  FabLab Officine digitali zip di Padova e Digital Enterprise Lab (Del) di Ca’ Foscari. Il progetto è finanziato dalla Regione Veneto tramite il Fondo Sociale Europeo.

Primo appuntamento del progetto sarà un workshop sul tema “Le trasformazioni della Fabbrica digitale: sfide e opportunità per le aziende della meccanica e della meccatronica” (lunedì 27 giugno dalle 15:00 alle 19:00 presso il Digital Enterprise Lab (DEL_FABLAB) dell’Università Cà Foscari - edificio Alfa - Via Torino, 155 – Mestre). Sarà un’occasione per conoscere le potenzialità e i servizi dei FabLab per la meccanica, scoprire e discutere le buone prassi già realizzate con testimonianze aziendali. In particolare le piccole imprese potranno trovare nei FalLab l’ambiente e le contaminazioni per svolgere le attività di ricerca applicata e prototipazione che le dimensioni probabilmente non consentirebbero.

Oggi più che mai le attività di prototipazione e di personalizzazione customizzata della produzione su livelli elevati di qualità sono strumenti di competitività.

Le imprese sono curiose, ma non pronte anche se davanti a loro hanno una potenziale corsia preferenziale, poiché paradossalmente l’Italia è la seconda nazione al mondo per numero di Laboratori di fabbricazione digitale (70), che nella maggior parte dei casi integrano più tecniche e diverse tecnologie, oltre che prototipazione elettronica, tutti elementi propedeutici ad una trasformazione radicale per il settore della meccanica e meccatronica e ad un nuovo modo di proporsi sul mercato.

Le nuove tecnologie della manifattura digitale, dal robot alla stampante 3D, stanno conoscendo un buon successo anche tra le piccole e medie imprese che già oggi le utilizzano in modo consapevole. La sfida è sullo sfruttamento delle tecnologie del digitale per far crescere la propria capacità di personalizzazione del prodotto, la sua varietà nei dettagli per puntare non alla produzione di grandi quantità a minor costo grazie all’economia di scala, ma a produrre anche piccole quantità, ma di grande qualità e di elevata personalizzazione, per rispondere con maggiore attenzione alle effettive richieste della domanda.

Ecco quindi che grazie al digitale l’artigiano torna a fare l’artigiano, nell’accezione più tradizionale e pura del termine.

Il Progetto DIGIMEC propone di raggiungere questo obiettivo finale: maggiore competitività e aggregazioni digitalizzate con il supporto dei Fablab.

Lo farà con un percorso che prevede 9 Workshop presso FabLab veneti, coaching di gruppo per favorire la co-progettazione tra FabLab e aziende del settore, attività di Action Research per la definizione di piani di sviluppo per la digitalizzazione di aziende che intendano collaborare con i FabLab, attività di consulenza per il supporto all’operatività dei processi di innovazione che capitalizzino sulle opportunità dell’Industria 4.0 e del valore aggiunto dei FabLab in tale ottica, visite di studio alla manifestazione SPS Italia di Parma (fiera di riferimento in Italia per il settore dell’automazione industriale) e al Fraunhofer IPA di Stoccarda, organizzazione all’avanguardia in Europa per la ricerca applicata in materia di robotica, automazione e manifattura 4.0.

In seguito al workshop di lancio di lunedì 27 giugno, le imprese interessate ad approfondimenti potranno partecipare ai percorsi ad hoc di formazione e/o consulenza, grazie al finanziamento della Regione Veneto.

Relatore al workshop di lancio sarà Giovanni Vaia, Direttore del DEL FabLab, e docente presso il Dipartimento di Management dell’Università Ca’ Foscari, esperto in materia di Business Administration and Global Sourcing. Information Technology, Innovation & Organization, Outsourcing, IT Governance and ITSM, Digital Enterprise.