. DIGITALIZZAZIONE STRATEGICA PER LE PMI CHE PERO' NON NE SONO CONSAPEVOLI

Seminario sull’impatto di Impresa 4.0 sulle PMI organizzato da Ecipa, Digital Innovation Hub di CNA Veneto

L’impatto della digitalizzazione sulle PMI è stato il tema della giornata di approfondimento organizzata da Ecipa, Digital Innovation Hub di CNA Veneto.

I lavori hanno messo in evidenza alcune criticità per le PMI che ancora non sono pienamente consapevoli degli effetti che la mancata digitalizzazione comporterà per loro in termini di competitività e presenza sul mercato. Lo dimostra anche l’indagine del Laboratorio di Manifattura digitale dell’Università di Padova, secondo la quale il 70% delle PMI coinvolte afferma che la digitalizzazione non è un cambiamento che riguarda il proprio business.

Dai tavoli di lavoro coordinati da Fabio Candussio e Marco Bettiol e composti da rappresentanti di organizzazioni che offrono servizi alle imprese e da aziende, sono emersi alcuni elementi chiave su cui riflettere per impostare una riorganizzazione dell’offerta in ottica 4.0.

I tre principali aspetti su cui puntare sono:

  • RICONOSCERE IL VALORE
    La CNA possiede una serie di dati che, se analizzati, possono essere utili alla definizione delle aziende del territorio e del loro livello di digitalizzazione nonché degli investimenti in R&S; quindi per poter riconoscere gap, sfide e “pericoli” della digitalizzazione occorre prevedere strumenti che facilitino analisi e lettura di gap sul territorio.

     

  • SAPERE
    Occorre prevedere percorsi e opportunità di “up-skilling” e, quindi, acquisizione di nuove competenze (e condivisione di casi reali di digitalizzazione di successo) perché lo staff che offre servizi di innovazione alle imprese possa fornire know-how adeguato, da un lato, e perché gli imprenditori possano essere consapevoli delle misure da adottare per apportare il cambiamento 4.0, dall’altro.
     

  • OFFRIRE
    Personalizzare l’offerta: è questo il mantra dell’Industria 4.0, che coinvolge tanto le imprese quanto le organizzazioni che offrono loro servizi.
    Fondamentale è puntare sulla formula della FIDUCIA, vale a dire: Confidenza + Affidabilità + Credibilità + WinWin approach, per personalizzare i servizi e stimolare innovazione esponenziale.

La tavola rotonda del pomeriggio è stata occasione per un Focus su smart manufacturing e digitalizzazione, con un taglio internazionale.

Sono infatti stati coinvolti esperti in materia di industria 4.0 o, come hanno sottolineato, “Impresa 4.0”, considerando la percentuale di PMI in Europa superiore al 90%, e coordinatori di progetti transnazionali che promuovono la digitalizzazione a diversi livelli, istituzionali e non. Sono emerse considerazioni e spunti su eventuali future collaborazioni e progettazioni, che potrebbero rivolgersi a temi come:

  • Smart living e smart working, che tengano conto di soluzioni ideali per facilitare la gestione dell’età in azienda, ma anche per migliorare le condizioni di vita e salute dei lavoratori

  • Smart Labs per facilitare l’innovazione digitale valorizzando il progetto Labs.4.SMEs, i suoi strumenti e il suo modello di cooperazione tra FabLab e PMI

  • Riposizionamento dei lavoratori per gli effetti della polarizzazione dei lavori dovuta alla digitalizzazione e alla ridefinizione dei ruoli e quindi percorsi di riqualificazione ad hoc.