. COME LA CARTA PUO' ESSERE CONTAMINAZIONE

Nell'ambito del progetto "Nuova cultura del Made in Italy", study visit di un gruppo di artigiani alla Favini di Rossano Veneto

Study visit di un gruppo di imprenditori artigiani all’azienda Favini, di Rossano Veneto nel vicentino, nell’ambito del progetto “Nuova cultura del Made in Italy”, promossa dalle Unioni Alimentare, Comunicazione e terziario avanzato, Federmoda e Produzione della CNA del Veneto.

Favini è una multinazionale, leader mondiale nell’ideazione e realizzazione di supporti release, ossia stampi creativi e tecnici impiegati nei processi di produzione di ecopelle e altri materiali sintetici per i settori della moda, del design e dell’abbigliamento tecnico sportivo.

E’ tra le aziende di riferimento a livello mondiale nella realizzazione di specialità grafiche innovative a base di materie prime principalmente naturali, come cellulosa, alghe e frutta, per il packaging dei prodotti realizzati dai più importanti gruppi internazionali del luxury e del fashion.

Opera anche nel segmento cartotecnica che comprende le attività di creazione e produzione articoli di cartoleria per la scuola, il tempo libero e l’ufficio, destinati alla fascia alta del mercato.

“Noi crediamo che sia fondamentale per la crescita culturale ed imprenditoriale degli artigiani veneti, la contaminazione con aziende innovative che possano raccontare, al di là del successo, nuovi modi di intendere la ricerca e nuovi modi di utilizzare materiali naturali e riutilizzare materiali destinati allo scarto”, ha commentato Matteo Ribon, Responsabile CNA  Comunicazione e Terziario Avanzato, Federmoda e Produzione e Area Innovazione - Made in Italy della CNA del Veneto.