. CHIESTO AL GOVERNO SOSTEGNO ALLE IMPRESE PIÙ IN DIFFICOLTÀ

Popolari Venete: dopo i vertici di Intesa, CNA Veneto incontra il sottosegretario all’economia Pier Paolo Baretta

Il presidente di CNA Veneto Alessandro Conte assieme ai rappresentanti di Confartigianato Imprese, Confcommercio, Coldiretti Veneto e dei Consorzi fidi loro collegati hanno incontrato ieri, nel tardo pomeriggio, il Sottosegretario di Stato del Ministero dell'Economia e delle Finanze Pier Paolo Baretta, che ha tra l’altro la delega al credito.

Nell’incontro, inserito nella serrata road map di relazioni che le quattro organizzazioni hanno avviato a difesa delle piccole imprese venete con l’appuntamento di venerdì scorso con i vertici di Intesa, i rappresentanti dell’artigianato, commercio e agricoltura, dando comunque atto al Governo della tempestiva azione con cui ha gestito e superato la gravissima situazione  derivante dall’imminente rischio di fallimento delle due popolari venete, hanno sottoposto al Sottosegretario alcune importanti criticità, tuttora sul tappeto.

Sono state rappresentate, in particolare, le problematiche delle ipotesi di deterioramento degli affidamenti attualmente considerati in bonis, l’insufficiente conoscenza dell’ammontare del possibile contenzioso di imprese e famiglie, in particolar modo per gli affidamenti a suo tempo supportati da azioni date a pegno e le criticità e le questioni legate alle competenze e agli  assett delle ex Banche finiti nell’area Bad.

Le quattro organizzazioni hanno altresì evidenziato il ruolo sino a qui assicurato dai Confidi e le possibili soluzioni in termini di garanzie erogabili dagli stessi, con l’auspicabile supporto del Fondo Centrale di Garanzia. Nel corso dell’incontro è stato altresì affrontato il tema della gestione e valorizzazione degli NPL rimasti in carico alla bad bank , anche in relazione al contesto problematico determinato dal pesante mix dato dal peso della burocrazia da un lato e dalla lunghezza dei tempi della giustizia dall’altro.

Le associazioni, nel dare atto della disponibilità, nel metodo e nel merito, dimostrata dal Sottosegretario, hanno concordato con lo stesso di incontrarsi nuovamente a breve per un reciproco aggiornamento circa l’evoluzione sui temi esaminati.

Prossima tappa della road map è fissata giovedì 20 luglio, con l’avvio del tavolo operativo concordato con Intesa San Paolo.